Calcutta e Buthan

Destinazione: India Buthan

Tipo Vacanza: Viaggi su Misura

Durata: 16 Giorni e 14 Notti

La Nostra Proposta

Da: € 3250

Scarica Allegato

Buthan, il paese più felice del Mondo...

 

Un affascinante itinerario che inizia dalla caotica Calcutta sviluppandosi poi, attraverso il rilassante paesaggio delle piantagioni di thè del Darjeeling, fino alla catena himalayana. Si varca il confine tra India e Buthan attraversando spettacolari vallate, visitando i monasteri più belli del Buthan e villaggi fuori dal tempo, fino alla capitale, Thimpu, situata a 2500 mt. di altezza.

 

Valido al 21.01.2018, pubblicato il 16.11.2017

Informazioni Generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL'INGRESSO NEL PAESE

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi e comunque sempre oltre la scadenza del soggiorno in Bhutan.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento : “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso:
obbligatorio. Viene rilasciato dietro autorizzazione della capitale Thimphu secondo le modalità qui sotto esposte.
Chiunque intenda recarsi nel Paese è tenuto a contattare il Tourism  Council of Bhutan (Sito web www.tourism.gov.bt , e-mail info@tourism.gov.bt e prenotare il proprio soggiorno attraverso un Tour Operator riconosciuto da tale organismo. La lista dei Tour Operators autorizzati dal Governo bhutanese è disponibile al seguente link: http://www.tourism.gov.bt/directory/tour-operator. Il visto viene rilasciato dietro il versamento di 250 dollari USA al giorno, comprensivo di alloggio, pasti, trasporti interni, guide locali ed eventuali manifestazioni artistiche, culturali e folkloristiche. In bassa stagione (dicembre-febbraio / giugno-agosto) il versamento è ridotto a 200 dollari Usa al giorno. Ai viaggiatori individuali inseriti in gruppi di meno di 3 persone può essere richiesto un deposito maggiore, mentre sono previste agevolazioni per studenti e minori.
Viene inoltre richiesto il pagamento di 40 dollari USA per l’emissione del visto d’ingresso da effettuare tramite trasferimento bancario o tramite agenzie di viaggio autorizzate.
Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna. Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’ aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

Formalità valutarie:
Le Autorità del Bhutan non accettano banconote indiane di taglio superiore alle 100 Rupie. Si consiglia di contattare le Autorità locali qualora si intenda esportare dal Paese oggetti antichi/usati e di farsi rilasciare un certificato che ne attesti l’origine. L’ordinamento bhutanese è, infatti, particolarmente severo sull’esportazione di oggetti considerati di antiquariato.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 21.01.2018, pubblicato il 16.11.2017

Sicurezza

INDICAZIONI GENERALI
Il Bhutan ha avviato un processo di democratizzazione, diventando una monarchia costituzionale. Il 24 marzo 2008 si sono svolte per la prima volta le elezioni parlamentari.
Le zone sud-orientali del Paese, al confine con l'India (Assam), sono conosciute per essere state nel recente passato aree di attività e campi di addestramento di alcuni movimenti insurrezionali indiani.

In Bhutan non vi sono, al momento, Rappresentanze diplomatico/consolari italiane alle quali ci si possa rivolgere per ricevere assistenza in casi di emergenza o di crisi. In questi casi, i connazionali possono contattare le Rappresentanze europee presenti in Bhutan che hanno il compito di assistere i cittadini dell’Ue in caso di emergenza, Austria e Danimarca.
Di seguito i contatti:
Austria: Austrian Coordination Office for Development Cooperation, P.O. Box 307, Thimphu
Phone: +975-2-324495, E-Mail: thimphu@ada.gv.at
Danimarca: Representation Office of Denmark, P.O. Box 614, Thimphu, Phone: +975-2-323331, E-Mail: pbhrpk@um.dk
Per maggiori informazioni, consultare questa pagina: http://bhutan.um.dk/en/travel-and-residence/emergency-advice/
Per assistenza consolare di tipo individuale i cittadini italiani devono prendere contatto con l’Ambasciata d’Italia a New Delhi (India). La notevole distanza rende più difficoltoso un immediato intervento. (vedi voce "Ambasciate e Consolati")

AVVERTENZE

Si consiglia ai connazionali di registrare i dati del proprio viaggio sul portale DOVESIAMONELMONDO.
Per coloro che intendano visitare il Paese si consiglia di consultare l’Ente locale “Tourism  Council of Bhutan” il quale, su indicazione del Ministero dell'Interno (Ministry of Home Affairs), individua periodicamente le aree del Bhutan vietate al turismo. In genere si tratta di alcuni monasteri buddhisti situati a nord di Thimphu e di alcune aree di trekking, a nord verso la Cina, per visitare i quali occorre munirsi di permessi speciali rilasciati dal predetto Ministry of Home Affairs.
La popolazione, aperta e cortese, è molto tradizionalista. A tale riguardo si fa presente che per le visite a templi e in occasione di festività locali è richiesto un abbigliamento adeguato.

NORMATIVE LOCALI RILEVANTI
Normativa prevista per uso e/o spaccio di droghe (leggere o pesanti): il consumo ed il traffico di sostanze stupefacenti e' perseguito con particolare severità dalle Autorità locali.
Tabacco: La compravendita di tabacco è vietata in Bhutan. Possono essere importate nel Paese fino ad un massimo di 200 sigarette pagando una tassa del 200%. In caso di controlli, bisogna essere pronti ad esibire alla polizia la ricevuta doganale, pena la possibilità di essere accusati di contrabbando con possibile reclusione fino a tre anni. E’ vietato fumare nei luoghi pubblici (quali hotel, ristoranti e bar).
Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori
Va ricordato che coloro che commettono all'estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 21.01.2018, pubblicato il 16.11.2017

Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: Il livello qualitativo delle strutture sanitarie è buono.

Malattie presenti: niente da segnalare.

Avvertenze: Si consiglia di effettuare, previo parere medico, le vaccinazioni contro la meningite, rabbia, tbc, colera, tifo, epatite A; di bere acqua sempre bollita o purificata o bere acqua e bevande in bottiglia aperte in presenza del consumatore, senza aggiunta di ghiaccio; di evitare di consumare cibi crudi.
Specialmente qualora si decidesse di effettuare trekking in zone remote di alta montagna, si consiglia di far attenzione al possibile verificarsi del c.d. “mal di montagna” (AMS o Acute Mountain Sickness per gli anglosassoni), condizione patologica causata dal mancato adattamento dell'organismo alle grandi altitudini che può provocare ipossia.
Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

Per i rimpatri sanitari di emergenza, ci si può rivolgere a:
- Jigmi Dorji Wangchuck National Referral Hospital - Thimphu
 tel. 00975-2-325245 325244 321811, fax 00975 -2-325384 www.jdwnrh.gov.bt 
(dispone di un servizio ambulanza che risponde al numero 112)

Vaccinazioni obbligatorie: Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori  di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’ aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 21.01.2018, pubblicato il 16.11.2017

Viabilita

Patente
Internazionale (modello convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).

Assicurazione auto
Temporanea in frontiera.

Collegamenti con altri paesi
Esiste un solo aeroporto internazionale a Paro con voli per alcune città dell'Asia (Calcutta, New Delhi, Bangkok, Kathmandu, ecc.).

Trasporti interni 
I collegamenti interni sono difficili a causa dello stato delle strade e dai percorsi in alta montagna. Gli spostamenti si effettuano esclusivamente con il taxi o con auto a noleggio. Esiste un solo aeroporto internazionale a Paro, con voli diretti verso  alcune città dell’Asia (Calcutta, New Delhi, Bangkok, Kathmandu, etc.).

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Richiesta Informazioni